Progetto Bookcrossing

Greta non legge.

La sindrome di Rett non ha cura.

Greta non può parlare, comunicare ciò che pensa e vuole.

Greta non può afferrare un gioco o sfogliare un libro.
Greta è mia figlia e ha dieci anni.
Come in un libro, questo è l’antefatto, il primo capitolo, il resto è da scrivere. Ma questa non è una storia triste, è una storia complicata, faticosa, non comune, vera, insolita, imprevedibile ma non triste.
Un libro ha molti capitoli e con un po’ di ottimismo, creatività e fantasia si può scrivere un racconto intenso e ricco di significato.
Così sono nati “I LIBRI DI GRETA”, una casetta dei libri, una biblioteca da cortile davanti a casa, dove chi passa può liberamente prendere un libro senza dover per forza restituirlo, e magari può portarne uno che ha già letto e metterlo a disposizione di altre persone che possono appassionarsi a quella storia, a quel racconto. Greta non può leggere, ma ogni persona che legge può decidere virtualmente di condividere l’emozione di quella lettura, di quella pagina, di quella frase in particolare, per lei che non può farlo. È un messaggio, è energia positiva che si trasmette, arriva e fa bene. Si può aiutare una persona disabile a superare un gradino, ad attraversare una strada, ad afferrare ciò che non è in grado di prendere, ma come ogni persona, non ha solo esigenze pratiche, ma ha anche bisogni fisici, emotivi, spirituali, sentimentali.
“I LIBRI DI GRETA” aprono questa finestra, fanno da tramite, offrono spunti per riflettere, per sottolineare altri aspetti della diversità, della disabilità, e si capisce così che tutto aiuta, un gesto, una parola, un pensiero, e tutti possono partecipare, perché in una visione più ampia e completa di comunità, di società, Greta come ogni persona con difficoltà diventa figlia e sorella di tutti. In questo girotondo virtuale cerca la mia mano, la mano del nonno Lucio che passati gli ottanta anni ancora ci aiuta e ci sorride, la mano della sua maestra Benedetta, giovane donna preparata e sensibile, la mano dei suoi compagni di classe, della fisioterapista Elisabetta, del negoziante che ci tiene aperta la porta per poter entrare con la carrozzina. Ogni gesto, ma anche ogni pensiero, può aiutare a costruire una vita ricca di significato.

Ogni persona che partecipa allo scambio dei libri condivide simbolicamente il piacere della lettura con lei.

Le sue parole sono racchiuse in ogni libro.

Greta racconta la sua di favola.

Con l’amore e un po’ di fantasia si supera qualsiasi ostacolo.